lunedì 21 gennaio 2008

Cos'è 'sta merda? - It's a crap!

Invenzione dei tabloid britannici o trovata pubblicitaria per il ritorno degli Zeppelin?
Quale che sia la verità, oggi è circolata la notizia secondo cui la voce dei Led Zeppelin, trascorrendo una serata in un locale londinese, avrebbe definito la musica dei Radiohead in diffusione: "Merda cantilenante" prima, "Musica da asilo nido" poi.

In seguito a ciò il personale avrebbe prontamente cercato di esaudire le sue richieste rock, con i Red Hot Chili Peppers: anch'essi però non graditi da Robert Plant.
Percy si sarebbe calmato solo all'ascolto di Captain Beefheart. Roba di almeno 30 anni fa.

Dantronde se Yorke e compagnia fanno musica di merda, per trovare buona musica bisogna tornare a trent'anni fa..

(Scusate se ho trovato la pseudo-censura "m*rda" una cazzata).

9 commenti:

meeei ha detto...

bah...
è una tristezza essere così retrogradi. ma è anche comprensibile...certi individui rimangono attaccati morbosamente a tutto ciò che ricorda la loro gaudente giovinezza.

ILNomeNonConta ha detto...

Meeei in linea generale concordo pienamente con te.

Non sottovaluterei completamente l'intento pubblicitario.

Angelo ha detto...

la stessa cosa che fanno tutte le persone superati i 50, suvvia, è naturale, altro che trovata pubblicitaria e certi individui..

ILNomeNonConta ha detto...

La stessa cosa che fanno tutte le persone superati i 50 anni dalla mente limitata.

Julius ha detto...

Sinceramente, non è che io trovi tanto soddisfacenti certi dischi ("moderni", "attuali", chiamateli come volete: ogni aggettivo si presta ad una diversa interpretazione che per ora non ho né tempo né voglia di considerare). Non ho 50 anni, e dire che Capt. Beefheart fa buona musica - come ultimamente non se ne sente - è tutt'altro che un sentimento anacronistico.

Leggendo certi commenti mi viene da pensare che ci siano in giro tanti ragazzini indie che in realtà di musica non sono interessati a saperne un'emerita cippa.

ILNomeNonConta ha detto...

Il nucleo centrale della notizia non era l'aver privilegiato Capt. Beefheart a RHCP o Radiohead, ma il presunto giudizio di Robert Plant sulla musica di questi ultimi.

Nella speranza di non essere qualificato come ragazzino indie.

Julius ha detto...

E infatti io criticavo non tanto la notizia - che di per sè non può essere criticata - quanto l'opinione che la accompagnava (in primisi) e i commenti che la seguivano pedissequamente (in secondo luogo).

ILNomeNonConta ha detto...

Ma sia l'opinione sia i commenti che hanno seguito riguardano il pessimo giudizio sui radiohead, affatto l'ascolto di Captain Beefheart.

Julius ha detto...

Credo che separare i Radiohead da Capt. Beefheart non porti a nulla, in questo caso.